Francesco ZamboniSimpatica e nello stesso tempo commovente cerimonia quella che sabato 2 maggio, si è tenuta presso lo stand dell’Aicl (Associazione italiana del cavallo lusitano) nell’ambito della Fiera Cavalli di Travagliato, in provincia di Brescia, il maniscalco ferrarese Francesco Zamboni, classe 1923, ha ricevuto un meritato premio alla carriera, iniziata quando aveva appena dodici anni.

L’ iniziativa si deve al ferrarese Angelo Grasso, Presidente di Uaipre (Unificazione associazioni italiane Pura raza Española) che, utilizzando come vetrina una delle più importanti fiere cavalli d’Italia, ha consegnato a Zamboni una pergamena ed un acquerello del pittore romagnolo, romano di adozione, Aldo Mingozzi, che raffigura la fiera testa di un cavallo spagnolo.

L’amministratore unico della società che gestisce Travagliato cavalli, dott. Ennio Marchetti  insieme a Riccardo Di Giovanni, uno degli organizzatori dell’evento,  ha poi consegnato al maestro di mascalcia  il bastone da carrozza che da 36 anni è simbolo della fiera stessa e con il quale vengono omaggiate le personalità. Lo stesso bastone  da carrozza è stato poi donato  anche a Gino Cassetti, presidente Aicl.

Uaipre ha donato al dott. Marchetti il libro “Le opere della cavalleria” scritto dal socio e giornalista parlamentare Giovanni Battista Tomassini,  studioso del mondo dell’equitazione, opera  che tratta della tradizione italiana dell’arte equestre durante il Rinascimento e nei secoli successivi.

Alla cerimonia  in onore  dell’anziano ma ancora giovanile maniscalco erano presenti, oltre ai due figli Armando, erede dell’attività paterna, e la figlia Loretta,  anche il cavaliere Silver Massarenti (originario di Bosco Mesola e assai noto nel mondo dell’equitazione) e la show girl spagnola  Natalia Estrada che si sono poi intrattenuti piacevolmente con Francesco  Zamboni.