Inizia, con questo primo contributo, la collaborazione che il giornalista e scrittore Giovanni Battista  Tomassini  terrà sul nostro sito per spiegare ai cavalieri e più in generale a tutti gli appassionati la storia, la cultura e le tradizioni dell’equitazione classica.

Qual è l’origine del termine “carosello”, che è tuttora in uso per indicare le esibizioni di più cavalieri e gli esercizi di abilità di reparti militari montati?

Si tratta di una parola che ha un’origine curiosa e che affonda le sue radici nella dominazione prima aragonese e poi spagnola del nostro Sud d’Italia.

L’amico Giovanni Battista Tomassini ce ne racconta la storia in quest’articolo del suo blog

http://worksofchivalry.com/it/

12-Carroussel-place-royale-avril-1612-580x452[1]

 

 

 

 

 

 

Nel 1612 a Parigi si tenne un grande carosello. Antoine del Pluvinel ideò la coreografia del balletto a cavallo (Anonimo, Le “Roman de chevaliers de la gloire”, circa 1612, Parigi, Musée Carnavalet)